Accordo firmato in Regione



Salvaguardia di una parte dei posti di lavoro e mantenimento sul territorio toscano della produzione, con la prospettiva di un rafforzamento.

Questo in sintesi il risultato sancito dall'accordo firmato oggi in Regione e che segna la conclusione della complessa vicenda della Defi Pratesi, azienda del settore moda con sede a Ponte Stella e maestranze dislocate in altre zone della Toscana, specializzata in biancheria di alta qualità.

In tutto 51 dipendenti per i quali, dopo la liquidazione della Casatex (la società subentrata alla Defi Pratesi), salvo i 6 riassunti dalla sociertà Tre Righe erano state aperte procedure di licenziamento.

L'accordo, firmato da Regione, organizzazioni sindacali, Tre Righe srl, Casatex srl in liquidazione, Confindustria Toscana Nord, prende le mosse dal subentro di un nuovo soggetto, la società Tre Righe e dall'interessamento della cooperativa Mexis che si è detta disponibile ad assumere 15 lavoratori, sulla base di accordi commerciali con la Tre Righe che garantirà commesse per dare lavoro almeno per un anno, ma con la possibilità di utilizzarli anche in altre attività.

Per i restanti lavoratori verrà stipulato un accordo sindacale per gestire gli esuberi attraverso incentivi. Il consigliere del presidente per il lavoro Gianfranco Simoncini, firmatario dell'accordo per la Regione, sottolinea l'avvio verso una conclusione positiva della vicenda, anche grazie all'impegno della cooperativa Mexis che assumerà i dipendenti gettando anche le le basi per l'integrazione delle proprie attività nel settore della pelletteria.

La Regione ha preso l'impegno di continuare a monitorare l'attuazione dell'accordo e a fare la sua parte per quel che riguarda interventi a supporto degli investimenti e dell'occupazione, auspicando in particolare che possano essere utilizzati anche da altri soggetti della subfornitura quelli dislocati sul territorio, come le lavoratrici a domicilio della zona di Cinigiano.

 



Potrebbe interessarti anche

INCENDIO AVAGLIO. LE FIAMME MINACCIANO LE CASE


l’area interessata sarebbe abbastanza vasta e soprattutto le fiamme che hanno colpito dal primo pomeriggio la frazione di Avaglio, nel comune di Marliana, sono alimentate dal forte vento. L’incendio è scaturito da due punti diversi, in un’area disabitata nei pressi del ristorante Sonia, a pochi passi dal paese e sta risalendo la montagna lambendo diverse abitazioni; alcune abitate, altre adibite a seconde case, pertanto attualmente vuote. Secondo quanto riferito dal...

Continua  

Forte vento, al momento nessun danno rilevante. Allerta arancione fino alle 18, poi 'declassamento' a giallo


Nonostante il forte vento che ha sferzato la Toscana nella notte e nel corso della mattina, la Sala operativa unificata della Protezione civile regionale comunica che non sono state rilevate significative criticità. Sentiti tutti i centri situazioni intercomunali (Ce.Si) della Protezione civile, risultano soltanto eventi ritenuti ordinari nei casi di forte vento, come la caduta di alcuni alberi, la rottura di ramaglie o l'interruzione di alcune linee elettriche, al cui ripristino Enel...

Continua  

Incendio boschivo ad Avaglio, nel comune di Marliana


Incendio boschivo ad Avaglio nel comune di Marliana (Pt). Le fiamme si stanno sviluppando velocemente in una pineta a causa del forte vento. Sul posto stanno arrivando tre squadre del coordinamento volontariato toscano, due squadre di operai dell'Unione dei comuni Appennino Pistoiese e il direttore operazioni. In arrivo anche personale dei vigili del fuoco. Un elicottero del sistema dell'antincendio boschivo regionale è in avvicinamento, ma il suo intervento è messo in forse...

Continua  

Il Comune di Ponte Buggianese approva il bilancio 2019


Il consiglio comunale di Ponte Buggianese ha approvato a maggioranza il bilancio di previsione 2019. Per l’amministrazione il budet approntato prevede che restino invariate le tariffe e ci sia una riduzione di spesa per la Tari con un taglio di 42mila euro rispetto all’anno passato. Per le utenze non domestiche il risparmio è stimato tra il 6 e l’11%. Sono confermati gli stanziamenti per il sociale ed è incrementata la quota per la Società della Salute.

Continua