l'uomo è accusato anche di altri reati



Avrebbe dato alle fiamme alcuni locali della ditta dalla quale era stato licenziato, mentre degli impiegati erano al lavoro. È una delle accuse rivolte a un 35enne di Pistoia arrestato e sottoposto ai domiciliari, con la convivente per la quale è stato disposto un obbligo di dimora. Le indagini dei Carabinieri di Quarrata, coordinate dal Sostituto Procuratore Linda Gambassi, si spiega in una nota dell’Arma, hanno acclarato la responsabilità dell’uomo il quale, per azione ritorsiva nei confronti del datore di lavoro che lo aveva licenziato, provocato un incendio nei locali dell’azienda. L’uomo è quindi accusato della ricettazione di cinque assegni bancari per un totale di oltre seimila euro, riferiti al conto corrente della ditta, sui quali è stata falsifica la firma del titolare e portati all’incasso. Nel corso delle indagini, è quindi emersa la responsabilità dell’uomo, in concorso con la convivente, nella ricettazione di diversi capi di abbigliamento portati via da una ditta di Prato, e restituiti quindi al legittimo proprietario



Potrebbe interessarti anche

Stasera su Tvl torna l'appuntamento con Canto al Balì


Stasera su Tvl, alle 21.20, torna Canto al Balì con una puntata dal titolo “Non si finisce mai di imparare”. La trasmissione è dedicata all’attività dell’Università Vasco Gaiffi, associazione di promozione sociale per la formazione permanente che, nei giorni scorsi, ha inaugurato l’anno accademico 2019/2020. In studio con il direttore di Tvl Luigi Bardelli ne parleranno Carla Cracchietta, referente per l’Istituto Pacini di...

Continua  

Esalazioni da monossido di carbonio all'origine della tragedia a Agliana


Tragedia in via Livorno a Agliana, dove nell’incendio scoppiato in un appartamento a pochi passi dalla centrale piazza Gramsci ha perso la vita un anziano di 83 anni. La vittima è Giovanni Nesti un ex commercialista in pensione il cui decesso è stato verosimilmente causato da intossicazione da monossido di carbonio. Al momento del fatto nell’abitazione, al civico 3, si trovavano anche la moglie e la figlia della vittima, che sono state soccorse e trasportate...

Continua  

Anziano di 80 anni deceduto nell'incendio in un'abitazione a Agliana


I vigili del fuoco sono intervenuti per un incendio all'interno di un'abitazione in via Livorno a Agliana, a pochi passi da piazza Gramsci. All'interno dell'appartamento è stato trovato il corpo privo di vita di un anziano di 80 anni. Sul posto sono intervenuti anche carabinieri, polizia municipale e Misericordia di Agliana e moglie e figlie dell'anziano, che abitano con la vittima, state soccorse e trasportate all'ospedale San Jacopo. In corso di accertamento le cause della tragedia.

Continua  

E' un commercialista in pensione la vittima dell'incendio a Agliana


Un cortocircuito è tra le ipotesi delle cause dell'incendio che a Agliana in via Livorno è costato la vita a un 80enne, commercialista in pensione. L'anziano sarebbe morto per il fumo sprigionato dall'incendio, forse causato dalle luci elettriche sull'albero di Natale allestito nell'abitazione. Le due donne soccorse, che non corrono pericolo di vita, sono la moglie e la figlia della vittima che abitano anche loro nell'appartamento luogo della tragedia.

Continua