si è parlato di ambiente e sviluppo sostenibile



Ambiente e sviluppo sostenibile, sono stati alcuni degli argomenti affrontati nell’incontro tra Coldiretti e il Vescovo di Pistoia Fausto Tardelli, in occasione della sua visita alla sede dell’associazione. Siamo i primi a preoccuparci della salute di tutta la cittadinanza e dei nostri figli, visto che abitiamo 'dentro' le aziende agricole – ha spiegato il presidente di Coldiretti Pistoia, Fabrizio Tesi - siamo consapevoli che si può sempre migliorare e lo faremo, ha aggiunto,, tenendo conto anche della sostenibilità aziendale". "Le piante prodotte nel polo vivaistico pistoiese, si legge in una nota dell’associazione a conclusione dell’incontro, portano benefici ambientali in tutta Europa, producendo ossigeno ed assorbendo CO2. Benefici prodotti anche nella fase di crescita degli alberi nei nostri vivai –aggiunge Simone Ciampoli, direttore di Coldiretti Pistoia. Monsignor Tardelli, dicendosi contento dell'incontro 'in famiglia' con Coldiretti, ha spiegato le contraddizioni della nostra società, dove nessuno ascolta più l'altro. Contraddizioni amplificate dall'evoluzione del sistema mediatico, a cominciare dai social network, che è sempre più succube del sensazionalismo. Dinamiche a cui non sfugge la comunicazione attorno al grado di inquinamento a Pistoia. Il Vescovo ha ribadito che sarebbe una bella incongruenza se chiudesse una cosa che fa bene al mondo, come il polo vivaistico pistoiese; che non si va lontano se si sta dietro alle tante posizioni ingiuste, che non tengono conto dei dati oggettivi. In ogni caso, ha spiegato Monsignor Tardelli, non c'è dubbio che bisogna andare verso la sostenibilità, fare ricerca e produrre insieme con ancor meno impatto ambientale. Monsignor Tardelli ha concluso il suo intervento auspicando un ruolo ancora più attivo degli agricoltori, perché chi tiene alla terra deve farsi paladino della sostenibilità dell'ambiente, rivendicando che: siamo noi che vogliamo prodotti fatti bene, siamo noi che produciamo verde attraverso il verde. Le innovazioni messe in campo devono essere comunicate ad 'alta voce'.

 

 



Potrebbe interessarti anche

CORONAVIRUS: ATTENZIONE ALLE TRUFFE


attenzione alle truffe del tampone. Come al solito in casi di emergenza come in questi giorni con l’allarme del contagio da coronavirus, c’è sempre chi ne vuole approfittare per trarne vantaggi personali. In queste ultime ore stanno circolando sui social, facebook e whatsapp, in tutta Italia, alcuni messaggi o telefonate che invitano il cittadino a sottoporsi ad un controllo presso il proprio domicilio per verificare la positività o meno al virus, da parte di persone...

Continua  

Pistoia. Incidente in via di Santo Moro


E’ rimasto fortunatamente illeso il conducente della vettura coinvolto nell’incidente avvenuto intorno alle 23,00 in via di Santo Moro a Pistoia. Secondo la ricostruzione dell’accaduto l’auto, dopo aver sbandato, è rimasta in bilico sul muro di contenimento del torrente Bure. Sul posto, al fianco del personale del 118 e Croce Verde, sono intervenuti i Vigili del Fuoco e con loro la Polizia Municipale di Pistoia.

Continua  

Covid-19, numeri telefonici per contatti e rientri


La Regione Toscana ha attivato una serie di numeri telefonici solo per la segnalazione obbligatoria di contatti con eventuali casi confermati di Covid-19 e rientri dalle aree a rischio negli ultimi 14 giorni. Questi i numeri delle tre aziende sanitarie: Asl Toscana centro (Firenze, Prato, Pistoia, Empoli): 055 5454777. Asl Toscana nord ovest (Pisa, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Viareggio): 050 954444. Asl Toscana sud est (Arezzo, Grosseto, Siena): 800...

Continua  

Covid-19, attivi numeri Asl Toscane


Per chi avuto contatti con casi infezione e per chi torna Cina Le tre Aziende sanitarie della Toscana hanno istituito, come prescritto dall'ordinanza emanata ieri dal presidente Enrico Rossi con le nuove misure contro la diffusione del Covid-19, un numero unico aziendale, attivo dalle 8 alle 20 con operatore e interprete cinese, e dalle 20 alle 8 con segreteria telefonica, al quale devono rivolgersi, per comunicare i propri dati personali, coloro che hanno avuto contatti stretti con casi...

Continua