Fervono i preparativi per la corsa storica



A Pistoia fervono i preparativi per accogliere il passaggio della mitica Mille Miglia che domani, venerdì 17 maggio, arriverà in piazza del Duomo alle 16 circa. Si tratta di una tappa del terzo giorno di viaggio di una manifestazione storica seguitissima, organizzata da 1000Miglia srl di ACI Brescia, partita mercoledì 15 maggio da Brescia, dove è previsto il rientro per sabato 18 maggio, dopo aver raggiunto Roma.
La competizione torna a Pistoia grazie all’impegno di ACI Pistoia che, di concerto con il Comune capoluogo e con tutte le amministrazioni della provincia, ha fortemente voluto riaffermare la bellezza unica del proprio territorio, le eccellenze locali, e le grandi potenzialità note e meno note, richiamando ancora una volta la Mille Miglia. L’evento ha avuto la collaborazione di numerosi sponsor e la partecipazione anche della Fondazione Cassa di Risparmio Pistoia e Pescia.

Gli equipaggi che arriveranno a Pistoia sono 450 (di cui solo il 30 per cento italiani), provenienti da Europa, Americhe, Asia e Australia; costituiscono quello che viene definito il ''Museo viaggiante più importante del mondo'', formato da vetture sportive costruite fra il 1927 e il 1957, periodo nel quale si è corsa la 1000miglia di velocità. Si tratta, quindi, di un appuntamento riservato non soltanto agli appassionati di auto d’epoca, ma anche di un'occasione per mettere in risalto la città ospitando non soltanto gli equipaggi delle vetture e i loro accompagnatori, ma anche tanti turisti appassionati, con la storica bandierina rossa di cui è già colorata la città. La corsa è seguita ogni anno anche da almeno mille testate giornalistiche accreditate.

Proveniente da Montecatini Terme e diretta a Firenze, la carovana sarà accolta nel cuore di Pistoia, in piazza del Duomo, dove dall'ora di pranzo sarà allestito un villaggio di accoglienza e una mostra di prestigiose auto d'epoca, a cura del Veteran Car Club e del supporto tecnico di Pistoia Corse Sport. Una postazione con speaker (in italiano e in inglese) proporrà dalle 14 le interviste e i saluti delle autorità cittadine, degli organizzatori e degli sportivi presenti. L'arrivo della prima vettura d’epoca, attesa per le 16, sarà preceduto di circa un’ora dal passaggio di 150 vetture del Tribute Ferrari e Mercedes.
Agli sponsor saranno riservati spazi espositivi, mentre alcune aziende vivaistiche abbelliranno di verde i punti più suggestivi della piazza. Pistoia si prepara così a ospitare per la seconda volta (la prima risale al 2017, in occasione di Pistoia Capitale italiana della cultura) una corsa conosciuta in tutto il mondo, accolta sempre con grande affetto, che porta con sé una g esposizione mediatica.

In piazza del Duomo, le auto effettueranno un controllo a timbro sul Road Book, una sorta di diario di bordo.

Le vetture, non essendo una gara di velocità, dovranno transitare rispettando le regole di circolazione. Per questo, le strade non saranno chiuse, ma soltanto presidiate dalle Polizie locali.
L'itinerario prevede il transito nelle seguenti strade: strada provinciale Lucchese, viale Macallè, via Sacconi, via Puccini, via della Madonna, via Buozzi, via Cavour, via Roma, piazza del Duomo, via Ripa di Comunità, via Pacini, via di San Bartolomeo, piazza san Bartolomeo, via di Porta San Marco, viale Arcadia, via Fermi, SP47 Tangenziale Est, SS719 via Toscana.

A Pistoia, il passaggio della Mille Miglia sarà ricordato con un annullo filatelico di Poste Italiane, che sarà disponibile allo stand ACI Pistoia in piazza del Duomo dalle 14 alle 19. Insieme al bollo filatelico saranno disponibili anche rari esemplari delle carte valori postali: Mille Miglia emissione 14 maggio 2009 e centenario fondazione ACI 21 gennaio 2005 e il nuovo Folder filatelico di Poste Italiane dedicato all'edizione 2019.
Il timbro speciale figurato, con la legenda La Mille Miglia passa a Pistoia e il logo Freccia Rossa in vignetta rimarrà a disposizione per i prossimi 60 giorni allo sportello filatelico di Pistoia centro, in via Roma 5. Trascorso tale periodo, il timbro sarà conservato a memoria storica al Museo Storico Poste e Telecomunicazioni presso il MiSE a Roma.



Potrebbe interessarti anche

Chirurgia 3d al San Jacopo


Per la prima volta all'ospedale San Jacopo di Pistoia, sono stati realizzati due interventi per patologie ovariche con chirurgia laparoscopica in tecnologia 3D e altri tre sono già programmati fra due giorni. Per le pazienti, spiega la asl, i vantaggi sono notevoli: ridotta invasività, garanzia di precisione e rapido recupero post operatorio. Entrambe le pazienti operate saranno dimesse già nella giornata di domani. "Oggi è per noi un bellissimo momento, un...

Continua  

Pistoia: scuole Frosini, il Comune ammesso al finanziamento del Miur per la progettazione


Il Comune di Pistoia è stato ammesso al finanziamento del Ministero dell’istruzione per la progettazione di interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici. Il risultato è stato raggiunto per la scuola primaria “Attilio Frosini” di via Cavallerizza, chiusa dall’estate 2017 a seguito delle criticità statiche emerse dalle verifiche effettuate sul plesso. Dal Miur arriveranno 143mila euro di per la progettazione di questa scuola, ed altri...

Continua  

Quarrata: un nuovo collegamento per diminuire il traffico cittadino


Una nuova strada tra via Firenze e via Piero della Francesca per alleggerire il traffico nel centro cittadino di Quarrata e per collegare le principali aree produttive del Comune al nuovo raccordo autostradale di Prato Ovest. E’ questo il progetto che sarà sottoposto all'attenzione del Consiglio comunale il prossimo martedì 23 luglio e che rappresenta uno dei punti qualificanti del mandato amministrativo del Sindaco Marco Mazzanti. Il progetto di fattibilità della...

Continua  

Lamporecchio: lavori alla scuola d'infanzia di Borgano


Nel mese di luglio sono cominciati i lavori di efficientamento energetico della scuola dell'infanzia di Borgano, nel Comune di Lamporecchio. Gli interventi hanno l'obiettivo di ridurre il consumo di energia del 46% e di migliorare la qualità della vita dei nostri alunni e del personale scolastico. Il costo del lavoro è di circa 110 mila euro, finanziato in parte da fondi europei e in parte da un contributo della Fondazione Caript.

Continua