Si tratta di un corso di 140 ore che si propone di qualificare ulteriormente il personale e di attivare un confronto tra operatori e servizi pubblici



Lo scorso 9 novembre a Firenze gli undici comuni dell’Empolese Valdelsa e la Prefettura di Firenze sottoscrissero un protocollo d’intesa per la verifica della qualità dei servizi erogati nei centri di accoglienza per richiedenti asilo.


A cinque mesi di distanza, l’Unione dei Comuni, attraverso l’ASEV, la propria agenzia per lo sviluppo, ha dato il via ad un corso di formazione rivolto agli operatori delle associazioni che sul territorio gestiscono i centri di accoglienza.


Si tratta di un corso di 140 ore che si propone di qualificare ulteriormente il personale e di attivare un confronto tra operatori e servizi pubblici (Comuni, Asl, ecc) anche con l’obiettivo di produrre un vademecum che faciliti il lavoro degli operatori stessi garantendo, alle stesso tempo, l’accesso ai diritti. La formazione attiverà anche un gruppo di operatori dei centri di accoglienza per rilevare le questioni più ostiche e allo stesso tempo per cercare possibili soluzioni. Altri gruppi di lavoro invece avranno al proprio interno operatori di servizi pubblici per fare formazione su aggiornamento normativo e procedure di accesso a documenti.


Il corso coinvolgerà, oltre all’Asev (che gestisce direttamente il centro di prima accoglienza di Lucignano, nel Comune di Montespertoli), altre 10 associazioni, sia laiche che di estrazione religiosa: Co&So, la Pietra d’Angolo, Shalom, Associazione Differenze Culturali, Multicons, Caritas Firenze, Oxfam e le Misericordie di Empoli, Certaldo e Cerreto Guidi.



Potrebbe interessarti anche

A Orsigna un nuovo presidio della Misericordia


A Orsigna è stato attivato un nuovo presidio della Misericordia che assicura maggiori condizioni di sicurezza a residenti (e nella stagione estiva villeggianti) nella frazione montana. In paese, infatti, grazie alla collaborazione dell’Associazione Tre Mulini, c’è stata l’inaugurazione di una nuova vettura che consente primi interventi in caso di necessità per soccorrere e assistere persone in difficoltà. Un’iniziativa che conferma, in...

Continua  

Il bilancio 2018 della Società della Salute di Pistoia


Il consiglio comunale di Pistoia ha espresso all’unanimità parere positivi sul bilancio 2018 della Società della Salute. Bilancio illustrato in aula dall’assessore allo politiche di inclusione sociale Anna Maria Celesti, che ha sottolineato nel rendiconto un importo superiore di oltre 4 milioni di euro rispetto al 2018 per una cifra finale che supera i 19 milioni di euro. Tra le poste più rilevanti ci sono i 545mila euro per il fondo della gravissime...

Continua  

A San Marcello Piteglio contributi per le spese scolastiche


Sino al 31 maggio nel comune di San Marcello Piteglio può essere presentata domanda per accedere ai contributi previsti dal pacchetto scuola. Sono erogati contributi da un minimo di 180 a un massimo di 300 euro per aiutare le famiglie nelle spese per la frequenza scolastica, dall’acquisto di libri al pagamento di servizi. Possono accedere ai contributi, riservati a scuola media e superiori, famiglie con Isee non superiore a 15.748,78 euro.

Continua  

A Pistoia la campagna Unicef contro la malnutrizione


A Pistoia questo fine settimana volontari Unicef saranno impegnati per la campagna “Ogni bambino è vita” con la quale si raccolgono fondi per combattere la malnutrizione. Sabato e domenica dalle 9 alle 13 e dalle 16 alla 19 in un banchino allestito in via Cavour davanti a Palazzo Balì saranno vendute orchidee il cui ricavato servirà, tra l’altro, all’acquisto di bustine di latte terapeutico, di compresse di cloro per rendere l’acqua potabile e...

Continua