Alla Forteguerriana anche una singolare tombola con in palio libri



Domenica 9 giugno, per la giornata conclusiva del festival della storia e dell’editoria locale, alla biblioteca Forteguerriana alle 16.30 sarà proposto un processo di antiche carte pistoiesi.

Iniziativa con lo storico Antonio Lo Conte e la Pro Loco di Serravalle Pistoiese.

Il festival sarà chiuso alle 21.30 dalla tombola pistoiese, con autori che leggeranno un brano di un loro testo a seconda dei numeri estratti e ai quali sono collegati.

I premi sono, naturalmente, in libri.



Potrebbe interessarti anche

Sabato l'inaugurazione della mostra "Tesori Svelati"


Sabato 1° giugno alle ore 10 sarà inaugurata la mostra “Tesori Svelati”, doppio percorso espositivo dedicato alla scoperta del patrimonio bibliografico, archivistico e artistico della Diocesi di Pistoia conservato presso l’Archivio Diocesano e Vescovile, la Biblioteca Leoniana e il Monastero di Santa Maria degli Angeli. La mostra, curata da Scripta Manent, offre, nella prima sezione, una selezione di manoscritti miniati, incunaboli e preziose rarità in stampa...

Continua  

Incontro in biblioteca con Raffaele Totaro


Volontari delle Misericordie toscane sono in Emilia per le alluvioni causate dal maltempo. Due squadre sono partite dalle Misericordia di Lastra a Signa e Quarrata all’interno di una colonna della protezione civile della Regione Toscana che ha compiti di osservazione sulla tenuta degli argini dei fiumi.

Continua  

Mostra di Jorio Vivarelli a Firenze


Da lunedì prossimo nelle sale Fabiani del Palazzo Medici Riccardi di Firenze sarà aperta (l’inaugurazione è alle ore 18) la mostra “Jorio Vivarelli a Firenze. La seduzione della maniera”. A essere esposte sino al 27 giugno sono 60 opere di piccole dimensioni dell’artista pistoiese oltre a vari disegni realizzati dagli anni 60, il periodo fiorentino di Vivarelli, sino al 1975.

Continua  

Lutto a Pistoia per la scomparsa di Umberto Buscioni


Lutto nel mondo della cultura pistoiese per la scomparsa del pittore Umberto Buscioni, deceduto ieri all’ospedale San Jacopo. Buscioni, 88 anni, era nato a Bonelle il 13 luglio 1931 e aveva iniziato a dedicarsi alla pittura durante un soggiorno in Marocco a inizia anni 60. Per molti anni, a partire dal 1980, era stato titolare della cattedra di pittura all’Accademia di Carrara e, tra le sue realizzazioni più recenti si ricordano le vetrate realizzate nella chiesa di San...

Continua